WOW! Ecco il nuovo Jet Freewing Phantom II F-4D 90mm edf scale

Salve a tutti ragazzi,
è con estremo piacere che voglio condividere con tutti voi appassionati questa chicca per gli appassionati di volo a ventola intubata.
Navigando sul web nei vari siti di modellismo del mondo mi sono imbattuto qualche giorno fa in questa novità che reputo di estremo interesse per due motivi: il primo perchè viene presentata da un’azienda come la Freewing che è ormai un punto di riferimento nel panorama della realizzazione e commercializzazione di Jet a ventola elettrica in Epo; ed in secondo luogo perchè colma un vuoto nella categoria Edf 90mm del soggetto di jet riprodotto: il mitico Phantom II.
Premetto che il nuovo Jet Freewing (http://www.freewing-model.com) sarà disponibile a partire da maggio di quest’anno ma grazie ai contatti avuti con Freewing sono riuscito a reperire tutte le informazioni sul kit e spero di poterlo avere tra le mani prima dell’uscita ufficiale. Il nuovo Phantom II F-4C ha un’apertura alare di 1030mm ed una lunghezza di 1550mm per un peso sensata batterie di circa 2850 grammi. Sono disponibili due motorizzazioni, una 6S con ventola a 9 pale ed Esc con ben da 130A, ed una per 8S con ventola a 12 pale ed Esca da 150A.

 

Leggendo sui diversi forum specializzati Freewing aveva ricevuto negli ultimi anni diverse richieste da parte di modellisti e rivenditori di un jet intramontabile come il Phantom ma che avesse dimensioni importanti, caratteristiche di volo sufficientemente docili e che fosse un “pronto al volo”.
Da qui il lungo studio di progettazione e realizzazione che ha richiesto due anni ma che sembra aver dato i suoi frutti. Finalmente un modello bello e che non scompare al fianco dell’altro big di Freewing, l’A-10.
Il Phantom II F-4D, proprio per venire incontro alle esigenze di tutti i modellisti, è dotato di carrelli di atterraggio particolarmente robusti “oleo-strut” che consentono il suo utilizzo anche per decolli da pista in erba. Sono state inoltre progettate le gondole a barchetta sotto il modello proprio per ridurre al minimo il danneggiamento della struttura in caso di atterraggi eccessivamente duri oltre i limiti normali.
Seguitemi nei prossimi giorni che man mano vi svelerò i segreti di questo modello..

 

Proseguo nella presentazione di questo nuovo e bellissimo jet con alcune informazioni che saranno utili a chi è interessato a farsi un Phantom…
Innanzitutto confermo che il nuovo Phantom Freewing (http://www.freewing-model.com) nel kit PNP, come tradizione, necessita solo di Rx (6 ch minimo) e batteria (minimo 6S 5000Mah). Il resto è compreso nella scatola. L’assemblaggio non richiede particolari accorgimenti ed è sufficiente seguire le istruzioni fotografiche incluse nel kit. Alcune soluzioni relative all’assemblaggio sono simili a quelle utilizzate per lo Yak 130 (movimento del quota tutto mobile, doppia baionetta in carbonio per le ali …). Interessante anche il sistema di connessione dell’elettronica delle ali che avviene con la fusoliera con un multiconnettore che ne facilità l’operazione.
Nel nuovo kit si fanno apprezzare i dettagli che ne esaltano la bellezza sia a terra che in volo. Le luci di atterraggio sono di grade effetto con quelle doppie montate sul portello carrello anteriore e quelle coloraste sui bordi alari (mancano quelle sui carrelli alari…); interessante la riproduzione dei rivetti, il gancio di arresto e tutto il set di missili e serbatoi sub alari con i relativi piloni di supporto removibili. E’ invece disponibile a parte un set opzionale di accessori altamente dettagliato che rappresenta i sedili di espulsione Mk H-7 e i pannelli degli strumenti del cruscotto in hi-resolution. In più si possono scaricare gratuitamente i file pronti per la stampa 3D dei particolari in plastica gratuitamente!
Il jet F-4D arriva pre-verniciato nel classico SEA Camo e esibisce con orgoglio i fregi del 555th TFS e per questo sono stati realizzati un set completo di adesivi in scala per questo modello e che non hanno il classico fondo trasparente ma prefustellate.

 

Nonostante le dimensioni di tutto rispetto il nuovo Phantom Freewing 90mm può essere trasportato comodamente anche in vetture non troppo lunghe grazie alle ali smontabili e il cono anteriore in resina che può essere rimosso grazie a potenti magneti che lo tengono in posizione. L’assemblaggio al campo è dunque comodo e rapido grazie anche agli innesti rapidi delle ali che con un solo connettore consentono di collegare alla fusoliera servi, carrelli retrattili e luci.
Efficienti flap, i collegamenti a sfera in ottone per le parti mobili, l’hardware di controllo affidabile e i servi tutti digitali (tutto ottimizzato per non accrescere peso sul modello) forniscono come per gli altri modelli Freewing un controllo già ampiamente testato; infine merita sottolineare il meccanismo dell’elevatore tutto mobile come l’originale appositamente progettato che incorpora due cuscinetti a sfera per una rotazione regolare e sicura in ogni situazione.
Il Freewing 90mm F-4 Phantom II (http://www.freewing-model.com) come accennato è disponibile in due versioni.. La versione Standard richiede una batteria LiPo 6S 5000-6000 mAh ed è la migliore raccomandazione per i piloti che cercano il miglior equilibrio tra velocità, spinta e costo. La versione “High Performance” necessita di una batteria LiPo da 8S 5000 mAh e offre maggiori prestazioni e accelerazione verticale in salita. La versione High Performance è consigliata ai piloti Advanced solo a causa dell’inviluppo più veloce dell’aeromobile ma al tempo stesso ad un carico alare più alto in quanto il peso è maggiore.

 

Non avendo ancora potuto far volare il nuovo Phantom (ma penso di poterlo ricevere a marzo) devo prendere per buono quello che i progettisti e costruttori del nuovo Freewqing Phantom II 90mm edf sottolineano: un grande lavoro di ottimizzazione della aerodinamica per far sì che il modello non avesse comportamenti critici in volo.
Consapevoli, dunque, che le caratteristiche di volo del vero Phantom erano basate su un’alta velocità grazie a due potenti motori a turbina piuttosto che ad un profilo aerodinamico efficiente, sono stati incorporati nel jet Rc diversi elementi chiave di progettazione specifici per la riproduzione in scala ridotta, e questo al fine di ottenere le caratteristiche di volo previste con il risultato, sempre a detta di Freewing, di avere un Phantom sorprendentemente agile e con una buona aerodinamica che atterra lentamente e ha prestazioni in salita verticale di tutto rispetto. Vedremo…

 

In Usa sarà commercializzata anche la versione Arf ma se la politica di Freewing in Italia (ed Europa) è la stessa degli altri modelli, credo che sarà difficile avere questa versione. Devo comunque dire che se uno non vuole stare a sbattersi conviene la versione PNP perchè ha già tutto pronto e la ventola in dotazione a 9 pale Freewing fa decisamente bene il suo lavoro con pacchi Tipo 6S. La scelta delle 9 pale rispetto alle 12 (che è prevista per la versione 8S) senza dubbio deriva dal fatto che una 9 pale ha minori consumi e più spinta a discapito però di un sono meno “turbinaro”. In Italia che io sappia i modelli Freewing li ha Modeltoy e Jonathan. Jonathan però vedo nel catalogo che non ha tutti i modelli Freewing. Chissà se sarà interessato a metterlo in catalogo. Li ho contattati per questo modello ma non mi sono sembrati molto interessati… In Europa si trovano un po’ ovunque (anche da Lindinger….)
Mi informerò meglio ma dovrò attendere la prox settimana percher in Cina sono tutti in festa fino a domenica 25 febbraio per le festività del nuovo anno…

 

Alcuni modellisti mi hanno chiesto alcuni link dove vedere il nuovo jet Phantom Freewing 90m edf. Ecco di seguito alcune pagine. Materiale ancora se ne trova poco in giro in quanto
la commercializzazione deve ancora iniziare…

https://www.youtube.com/watch?v=MlSxAKd9hY8
Download Freewing F-4 Phantom II 90mm Super Scale EDF Jet – Motion RC Announcement. – GenYoutube.net
https://www.youtube.com/watch?v=hUpQ11A25_4
https://www.youtube.com/watch?v=baImN3sF4Eg
Freewing F-4D Phantom II 90mm EDF Jet – PNP Rc Airplane Freewing Official Retail Store.

Attualmente Freewing ha esaurito le vendite per il primo lotto di modelli del primo pre-ordine principalmente in Paesi extra EU, mentre è in pre-ordine in questi giorni il secondo lotto ma al momento in Italia non ho visto alcun rivenditore che lo abbia in prenotazione. Si può comunque acquistare anche direttamente dal sito Freewing. Attualmente la richiesta sembra essere superiore alle attese. In Italia, come spesso accade, il nuovo Phantom potrebbe ritardare la sua comparsa. Il prezzo in pre-ordine in Usa è al momento di circa 455 dollari. In zona euro i prezzi non sono stati ancora annunciati anche se abbiamo trovato il Phantom Freewing in ordine su un sito spagnolo al prezzo di 550 euro per il 6S e 620 per la configurazione 8S.

Sandro Cacciola

Comments

comments

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*